Estrattore o Centrifuga – Quale Scegliere

L’estrattore di succo è uno degli elettrodomestici in grado di estrarre il succo da frutta e verdura e di sfruttarne i grandissimi benefici per la salute grazie a ricette semplici e veloci.
La centrifuga ha lo stesso scopo, ma tra i due esistono alcune differenze. Quali sono le similitudini? Il cambiamento che daranno alla tua quotidianità, indipendentemente dal fatto che la tua alimentazione sia basata sullo squat che fai in palestra o sui principi di un vegetariano.

Se sei una persona che pensa alla salute e al benessere del tuo fisico, in questo sito troverai tutte le informazioni sui migliori estrattori e le migliori centrifughe attualmente in commercio, per poter modificare in meglio la tua dieta aggiungendo centrifugati e succhi salutari e deliziosi, senza sforzi e senza doverle cucinare! Le ricette sono moltissime e sono anche per bambini (quanto è difficile convincerli a mangiare sano?)

Generalmente gli estrattori di succo hanno un prezzo leggermente più altro delle centrifughe.
Hanno il vantaggio di produrre più succo! In più hanno dei pregi legati ai valori nutrizionali di frutta e verdure: se e vuoi ottenere il massimo per quanto riguarda vitamine, minerali e ed enzimi probabilmente sono l’elettrodomestico adatto a te.Scoprirai i marchi più affidabili, tra cui l’estrattore Hurom Italia e l’estrattore Rvg. Estrattore di succo prezzi
Le centrifughe in media hanno un prezzo inferiore rispetto agli estrattori.
Questo sicuramente è il vantaggio principale, rendendole adatte alla persone che non guardano necessariamente i valori nutrizionali di frutta e verdura, ma che vogliono gustarsi velocemente degli ottimi e gustosi centrifugati. Vedremo i prezzi di elettrodomestici come la centrifuga Ariete, la centrifuga Kenwood e Moulinex.
Puoi pensare all’estrattore manuale come a una via di mezzo tra prezzo e qualità, in quanto ovviamente il fatto di non essere elettronico ma manuale impone dei costi inferiori nella sua costruzione.
Tenendo conto del metodo di estrazione. può essere considerato uno slow juicer a tutti gli effetti. Un’ottima scelta per non rinunciare al benessere risparmiando qualcosa.

Gli estrattori sono elettrodomestici per la cucina in grado di ricavare il massimo dalla frutta e dalle verdure. Spremono gli alimenti lavorando a bassa velocità e mantengono superbamente inalterati tutti i principi nutritivi e le preziose fibre che ha bisogno il nostro corpo per restare in salute. E ricorda che un corpo in salute migliora anche il tuo aspetto esteriore, specialmente la tua pelle! Inoltre, a livello produttivo, restituiscono più succo rispetto alle centrifughe (dal 35% al 50% in più) riducendo gli sprechi.
Esistono principalmente 2 tipologie di estrattori:
-Estrattore masticatore: La velocità a cui lavora è inferiore rispetto a quella delle centrifughe. Il processo di estrazione è chiamato “masticazione”, e consente all’elettrodomestico di romperele fibre rilascindo le preziose sostanze nutritive.
-Estrattore di succo a freddo: Hanno la grande dote di agire senza modificare la temperatura dell’alimento, mantenendo così inveriate tutte la sostanze utili al tuo benessere. La scelta ottimale a nostro parere.

Le centrifughe sono elettrodomestici che permette di ottenere degli ottimi centrifugati sfruttando la forza centrifuga: l’alimento viene sminuzzato e la polpa viene divisa dal succo grazie all’elevata velocità di rotazione. Otterrai quindi da una parte uno scarto composto dalla parte “dura” del frutto (o della verdura) e dall’altra il succo perfettamente liquido.
Basandosi su questo principio, la qualità delle centrifughe dipende dal numero di giri al minuto e dalla potenza di esecuzione: in base a queste due caratteristiche puoi comprendere facilmente che una centrifuga più potente riesce a centrifugare meglio gli alimenti restituendo più succo. Il problema è che gli enzimi contenuti in frutta e verdura non resistono a temperature superiori ai 50 gradi centigradi: gli apparecchi che utilizzano un meccanismo di rotazione centrifugale generano molto calore e provocano un calo drastico di queste sostanze nutritive. Ovviamente non devi pensare che un centrifugato non faccia bene o non sia buono! Semplicemente è meno “ricco” rispetto al risultato che otterresti con un estrattore. In effetti tenendo conto che l’estrattore ha un prezzo superiore ci deve per forza essere un divario di questo tipo tra i due elettrodomestici per la tua cucina.

Molto probabilmente a questo punto ti starai chiedendo
“Centrifuga o estrattore, quale dei due dovrei acquistare? Qual’è la vera differenza estrattore centrifuga?”
La centrifuga ha il difetto di restituire succhi di frutta del tutto privi di fibre. Di solito le centrifughe hanno una lama metallica separa il succo dalla polpa mediante la forza centrifuga. Il succo e la polpa sono separati in contenitori diversi. L’alta velocità di rotazione distrugge alcuni importanti enzimi contenuti in frutta e verdura.
Si può dedurre quindi che succo prodotto è meno nutriente del succo ottenuto da un estrattore a freddo. Il prezzo è però più contenuto, in media tra i 40 e i 60 euro, una spesa più che giustificata visti i miglioramenti che è comunque in grado di portare alla tua dieta!
L’estrattore ha un movimento lento (non produce calore). In questo modo è in grado di mantenere intatti tutti i nutrienti del succo. L’estrattore di succo a freddo è consigliato soprattutto agli appassionati di “succhi verdi“, estratti di verdure a foglia verde.
Un’importante caratteristica dei succhi prodotti con questo elettrodomestico à la loro conservazione: i valori nutrizionali vengono mantenuti per 48-72 ore anche dopo l’estrazione (invece i centrifugati devono essere subito consumati). Gli estrattori sono anche in grado di estrarre latte di mandorle e latte di riso!
Le centrifughe sono però meno costose e più veloci: nonostante la perdita di “alcuni” principi nutritivi permettono di preparare ottimi centrifugati in poco tempo.

Quindi centrifuga o estrattore ?
Ecco di seguito un bel riassunto di caratteristiche per mostrarti chiaramente la differenza estrattore centrifuga
Caratteristiche degli estrattori:
-Perfettamente in grado di spremere anche verdura a foglie verdi (succhi verdi), erbe e germogli
-Maggiore resa: il 35% in più di succo (meno sprechi!)
-Il succo si conserva di più: gli enzimi restano integri per 72 ore
–Minor velocità per estrarre significa minor calore, con il vantaggio di mantenere invariate le sostanze nutritive
-La separazione del succo non produce schiuma
-Il processo di estrazione è sienzioso
-Con alcuni modelli c’è la possibilità di preparare leccornie particolari: latte di mandorle, burro di arachidi, sorbetti, gelati…
-Costo d’acquisto iniziale superiore
-Preparazione più lunga
-Con alcuni modelli è necessario fare frutta e verdura a pezzi prima di inserirli
Caratteristiche delle centrifughe
-La spremitura è molto veloce
-Il prezzo d’acquisto è inferiore (se ne trovano anche a 30-40 euro)
-Facile da usare
-Si possono inserire pezzi di frutta e verdura relativamente più grossi
-Non è adatta a spremere germogli e verdure a foglie
-Minore resa nella produzione del succo (lo scarto resta umido)
-La produzione di calore riduce la qualità del centrifugato, distruggendo alcune vitamine ed enzimi
-Il succo non rimane omogeneo: si produce schiuma
-Il processo di centrifuga è rumoroso

Se ti stai chiedendo quale sia l’estrattore migliore in assoluto, devi prima comprendere quali siano le caratteristiche da considerare
-Modalità di estrazione: come già scritto in precedenza, un estrattore al contrario della centrifuga è in grado di estrarre succhi vivi, migliorando la tua salute.
-Velocità d’esecuzione: per lasciare inalterate le preziose proprietà degli alimenti, devi tenere conto del numero di giri al minuto. Secondo alcuni studi ila velocità non deve superare i 100 giri al minuto. Velocità superiri causano il cambiamento della temperatura di frutta e verdura
-Cambiamento nella temperatura di frutta e verdura: diretta conseguenza della velocità di esecuzione. Velocità troppo alte generano calore e bruciano letteralmente le vitamine e gli enzimi
-Qualità costruttiva: scegliere l’estratore di succo a freddo significa mettere la qualità prima di tutto. Non pensare quindi che troverai un prodotto di questo tipo a un prezzo stracciato: l’estrattore di succo migliore è necessariamente anche costoso! Se noti prezzi eccessivamente bassi (al di sotto dei 100 euro) dovresti subito pensare a una scarsa qualità costruttiva e dei materiali.
L’estrattore di succo a freddo è sicuramente l’estrattore più completo, duratura ed efficiente che puoi acquistare.
Grazie a questo particolare elettrodomestico riuscirai a ottenere il meglio da frutta e verdura, sfruttandone fino in fondo le proprietà salutari.

Non dimenticare una cosa prima di compiere l’acquisto: nonostante il prezzo, l’estrattore a freddo se sfruttato davvero può essere visto come un investimento! Se per ogni frutto hai un guadagno di succo del 30% rispetto ad una centrifuga, in breve tempo coprirai le differenze di prezzo. Inoltre un estrattore professionale durerà tutta la vita!
Se spendi 50 euro a settimana in futta e verdura, con il 35% in più di succo guadagnerai 17,5€ rispetto a una centrifuga. In un anno recupererai 910 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *