Come Giocare a Shanghai

Risulta essere un gioco complesso che richiede molta pazienza e fermezza di mano. Ha antiche origini orientali, è un gioco che si può fare sia da soli che in compagnia, di abilità, concentrazione. I bastoncini sono differenziati solitamente dai colori rosso, giallo, blu e celeste.

Per poter giocare, all’inizio bisogna stringere i bastoncini nel pugno e poi lasciarli andare sul tavolo.
A questo punto, con molto spirito di osservazione, il giocatore dovrà cercare di individuare il bastoncino meno incastrato tra tutti, cioè quello più facile da recuperare, facendo in modo di non muovere assolutamente gli altri.

Al primo minimo movimento, il giocatore se è da solo, dovrà rincominciare nuova partita, se invece ha altri sfidanti, dovrà passare il tentativo agli altri. Cercare di prendere il bastoncino senza muovere quelli circostanti, è spesso un’impresa quasi impossibile: bisognerà tirar fuori tutte le virtù migliori per poter evitare di fallire, dalla pazienza alla notevole ed impeccabile fermezza di mano.

La vincita spetta a chi totalizza il punteggio maggiore e per calcolare il proprio punteggio si dovrà tenere conto dei differenti colori dei vari bastoncini. Essi, infatti, acquisiscono diversi punteggi: i gialli valgono 3 punti; i rossi valgono 5 punti; i blu valgono 10 punti; i verdi valgono 15 punti; il giallo blu valgono 20 punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *